Chi siamo

Scritto da Angelo D. :: [Giovedì, 05 Maggio 2016 16:32]

 

La storia dice...

"Vignettæ" nasce dalla mente di due balordi, Simone Irti ed Angelo D. Ascani, nel giugno 2015. Da li a poco il progetto si espande ed oltre ai due fondatori si uniscono al gruppo altri individui della stessa pasta fino a comporre quello che sarà l'attuale staff di un sito fatto da semplici amanti del fumetto, per tutti coloro che vogliono entrare in questo fantastico mondo.

 

Angelo D. Ascani

Internauta accanito dal 2007, nasce come figura anomala in un forum tra i più grandi del panorama italiano videoludico per poi convertirsi lentamente al mondo del fumetto, specie quello giapponese. Assolutamente inesperto, gongola nel comprare gadget inutili, spesso definiti dai colleghi "minchiate". Prosegue la sua battaglia al supporto incondizionato degli autori ed editori di nicchia che propinano materiale fuori da ogni classico schema nei più angusti meandri dell'internet. P.S. No, la "D." non ha alcuna correlazione con One Piece, sapevatelo.


Simone Irti

Cresciuto a pane e Bill Watterson, medaglia d'oro nella perdita di tempo, passa le sue giornate tra lo studio sporadico della medicina, le sei ore lavorative giornaliere e l'approfondimento di tutto ciò che spazia dal cinema al fumetto passando per le serie TV. Lettore di ogni genere e amante del collezionismo.

 

Luca "Vivi" Rago

Appassionato prevalentemente di fumetto Disney, passa le sue giornate con cinema, videogiochi, serie tv e ovviamente fumetti. Nel tempo libero sta provando a laurearsi in chimica, cercando di non stressarsi troppo l'anima. Figlio anche lui di una vita fatta di forum online, non sa come è capitato nello staff di Vignettæ.it, ma vorrebbe restarci il più a lungo possibile perché qui ha trovato bella gente, preparata, seria e lavoratrice (o almeno così gli abbiamo fatto credere. n.d. Angelo).

 

Andrea "Bosj" Bosetti

Da piccolo, nella provincia varesotta, era disadattato perché leggeva fumetti. Crescendo ha scoperto l'internet e il metal estremo, diventando disadattato perché leggeva fumetti comprati su internet ascoltando metal estremo. Quattordicenne inizia a bazzicare forum online, conoscendo alcune delle persone oggi più importanti per il suo percorso formativo ed emotivo. A diciannove anni, con alcune di queste persone, inizia a lavorare ad Aristocrazia, una webzine di supporto al mondo della musica underground. Oggi, sentendo la necessità di fare lo stesso per il mondo del fumetto, tenta di dire la propria anche su Vignettæ. Nel frattempo, trasferitosi a Milano, si è dotato di una laurea e di un master inutili e lavora, ma di questo, fondamentalmente, non gli importa un cazzo.

 

Luca "Panzer" Panzoli

Scoprire internet è stata al tempo stesso la cosa migliore e peggiore che gli sia mai capitata. Questo vastissimo oceano di conoscenze da cui attingere l'ha portato a sviluppare e approfondire compulsivamente passioni come la musica, il cinema, la letteratura (per la quale sta anche inseguendo una laurea, ma di questo preferisce non parlare) e ultimo, per scoperta ma non per importanza, il fumetto. Trovandosi alla sua prima esperienza critica oscilla tra una sincera eccitazione per il lavoro che lo aspetta e un altrettanto sincero timore di scrivere cazzate.

 

Luca "Auron" Piscitelli 

Cresciuto a pane e Topolino, a tredici anni decide di non comprarlo più perché non trovava più quella magia che gli faceva perdere ore ed ore a leggere e rileggere volumetti, soprattutto in vacanza dove a casa dei nonni aveva accesso a un baule pieno di Topolino degli anni Settanta e Ottanta. Tuttavia non abbandona il mondo Disney: PKNA Reloaded gli permette di recuperare tutte quelle storie che leggeva a scrocco dagli amici (la serie completa di PKNA la recupererà solo dopo i vent’anni passando di fumetteria in fumetteria), mentre Pikappa si rivela essere il canto del cigno. A quindici anni suo padre porta a casa i primi due volumi di Ranma 1\2 che gli erano stati ceduti da un collega, e da quel momento in Luca nasce la passione per i manga. Dopo Ranma 1\2 fu il turno di Dragonball, poi Naruto e Bleach di cui vedeva le serie animate e così via. I suoi gusti in fatto di manga sono “rustici”, gli piacciono soprattutto manga comici, e non troppo elaborati, che si possano leggere dopo una giornata pesante di università, e che si possano recuperare senza svenarsi o insultare le case editrici. Hobby preferito? Cercare manga semisconosciuti nel web e poi stupirsi del loro adattamento in versione anime.
P.S. Nonostante il nickname, il suo Final Fantasy preferito è il IX.

 

Pierfrancesco Piccirilli

Inizia a leggere a quattro anni da autodidatta grazie a Topolino, di cui ancora adesso conserva più di 500 numeri (giura che non abbandonerà mai l'universo Disney).  Successivamente si avvicina al mondo dell'animazione giapponese, tra l'Anime Night di MTV con Trigun e le vecchie serie su Europa 7 come Ranma e Sampei. In quello stesso periodo compra i suoi primi manga: Fullmetal Alchemist e Bleach su tutti. Da allora, quando apre l'ombrello, urla sempre "Ban-kai!", ma non essendo né uno shinigami né Horikoshi, colleziona solo occhiatacce nell'attesa che, un giorno, Berserk e Vagabond possano giungere al termine.

 

Giuseppe "Coleblack" Colaneri

Scrivo di videogiochi, web marketing e - strano a dirsi, vero? - di fumetti. Ha il gran vizio che gli piacciono troppe cose nella vita, a parte la vita stessa.

 

Andrea Pititto

Nascendo una domenica di aprile mette subito le cose in chiaro: quando avvolta da un mantello nero e armata di falce la Morte verrà a prenderlo, si dirà troppo stanco per seguirla e morirà dunque di pigrizia. Principalmente per questo motivo, legge solo graphic novel perché impiega il resto del tempo a collezionare 50 anni di strisce dei Peanuts, sorseggiare grog con pirati dall'aspetto importante™ e sostenere con violenza che Revolver sia più importante di Sgt. Pepper's.

 

 Fabio Renzetti

Nato a Roma nel lontano 1979, vive l'epoca d'oro dell'animazione nipponica in Italia. Conosce i fumetti con gli incredibili X-Men e Ranma 1/2 quando aveva 16 anni, da allora un amore travolgente. Ora lavora presso Games Academy, collabora con Wyrd Edizioni per giochi di ruolo legati a Dragonero e con Mangasenpai per Radiant.

 

Matteo "Nightdevil" Marchetti

Nato nel 1992 grazie alle nebbie terrigene della pianura Padana, non sviluppa alcun superpotere, ma cresce sposando ogni tipo di hobby e passione che sia considerata da "sfigato". A distanza di anni, ottiene una personalissima rivincita quando giocare ai videogames, leggere fumetti e guardare film impegnati diventa cool e socialmente accettato.
Musicista nonché cantante fallito, viene arruolato a forza e a sua insaputa nel team di Vignettæ.it nella speranza che la smetta di scrivere fandonie sul proprio profilo Facebook.

 

 

 

Chi siamo

Sicuramente non vogliamo dipingerci come degli esperti, ma voraci appassionati che hanno deciso di percorrere assieme un sentiero impervio, pieno di insidie e soprattutto di "investimenti" a perdere. Ma la passione che ci accomuna sorregge questo esperimento, pur essendo consapevoli che basterebbe uno starnuto a far colare a picco tutto quanto.

 

Cosa ci siamo promessi

Il nostro ambizioso obiettivo generale è quello di promuovere il fumetto a 360°.

Nello specifico, possiamo riassumere in due punti quella che sarà la nostra "missione":

- dare spazio ad ogni genere di opera, autore ed editore, dal più conosciuto, all'esordiente, senza tralasciare, nel limite delle nostre possibilità, alcuna via di diffusione della nona arte e cercando di portare alla luce ogni sua forma.

- creare un database sempre più ricco di informazioni che possano essere utili sia a chi si avvicina per la prima volta al fumetto, che per chi è oramai divenuto un lettore accanito.

 

La volontà di cambiare

La nascita di questo progetto è stata sorretta da una ferma volontà di provare a spezzare i soliti canoni utilizzati per fare informazione e la scarsa disponibilità nel promuovere qualcosa spesso di nicchia o non consono per la massa, sviscerandolo. Per questo motivo il nostro intento sarà anche quello di ricercare la novità, mantenendo però sempre un occhio critico, nonostante la nostra poca esperienza.

Ci caratterizza anche la volontà di spronare il singolo, ricordando a tutti che siamo qui a portare avanti questa iniziativa solo per passione, per questo motivo sarà nostra norma pubblicare recensioni multiple, segno di massima libertà di espressione e volontà di far suonare ogni campana presente in questo gruppo.

Categorie Informazioni

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna