Palla

Scritto da Angelo D. :: [Sabato, 08 Ottobre 2016 19:34]
Recensione su Palla
Copertina - Bozza Ed. Hollow Press

Quando lessi l'annuncio della collaborazione tra Hollow Press e Paolo Bacilieri, rimasi sorpreso. Conoscendo abbastanza bene la realtà editoriale in questione, non capivo il collegamento che poteva legare questo autore con le loro opere oscure.

Poi venne presentato "Palla" e tutto divenne chiaro, cristallino.

Palla è un un impulso istintivo, una pura espressione animale del sentimento chiamato amore, verso qualcosa di cui si è attratti, che nasce nelle profondità del proprio animo e di cui non ci si capacita

Il volume si può suddividere essenzialmente in due storie che ad un certo punto si sovrappongono. La prima ha come protagonista Fabrizio, ragazzo dal lavoro insolito che lo costringe a muoversi continuamente con la sua Saab 900 per le strade della Lomellina, nel 1996. 

Fabrizio, mentre è intento nell'ennesimo spostamento per lavoro, si ferma a bordo strada per urinare. È "assorto nei suoi pensieri" quando una voce attira la sua attenzione. Qualcuno sta chiedendo aiuto, nei pressi di un canale però, scorge per caso una strana palla rosa, sporca e malconcia. Solo dopo essersi avvicinato si rende conto che è la sfera a chiamarlo e che dialoga con lui attraverso la telepatia, facendo intuire di avere capacità sovrumane.

La seconda storia parla di Gesù nel momento della sua resurrezione e del suo rapporto con le donne ed i discepoli al suo seguito. Tutto inizia con un dialogo tra le devote che, dirigendosi alla sua tomba, si interrogano sul come aprirla, salvo poi scoprire che é già aperta e che all'interno non é più presente il corpo del Cristo. I discepoli, accorsi appena avvisati dell'accaduto, non si capacitano dell'assenza della salma. Solo in seguito, quando lo incontreranno durante una battuta di pesca, si renderanno conto del miracolo avvenuto e rinnoveranno i loro sentimenti verso il Signore senza alcun timore o dubbio. 

Palla 07Come accennato ad inizio recensione, la sensazione che pervade il lettore mentre si sfogliano le stupende illustrazioni di Paolo, è quella dell'atttrazione, del fascino dell'ignoto, che non si può controllare e che pilota il corpo senza spiegazione. 

Difficile dare una direzione precisa alla lettura, non è qualcosa in cui si può trovare un senso logico o una trama ben definita, lineare, ma bensì un inno, un grido di libertà, una valvola di sfogo che l'autore ha voluto mettere su carta con le sue doti artistiche.

L'opera è stata scritta nel mese di agosto 2016, di getto, senza forzatura o limitazione alcuna se non quelle che l'autore stesso si è auto imposto, sempre istintivamente. Forse la prima opera libera dopo parecchio tempo a lavorare su volumi sicuramente con un bagaglio culturale più ricercato, ma a conti fatti, vincolati.

Personalmente ho apprezzato molto questa libertà, una sorta di ritorno alle origini, ma con la consapevolezza e l'esperienza maturata negli anni. 

La Hollow Press propone un volume di 56 pagine in b/n e rosa (cover a colori), carta da 170g, in formato A5. Disponibile sia in italiano che in inglese (traduzione a cura di Daniele Ferriero). Il prezzo di copertina è di 12,00 euro. Allegata al volume è presente una spilla dedicata

Presente una prefazione di Francesco Pacifico.

 

Angelo D. Ascani

 

Fonti:

- Hollow Press: Sito Ufficiale

Hits 547 views
Categorie Recensioni

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna