Dentro e fuori il vetro - Alla ricerca del nostro viaggio

Scritto da Angelo D. :: [Sabato, 14 Aprile 2018 14:13]

Color Engineering Yuichi Yokoyama 1

Trasferimento da un luogo a un altro, effettuato con uno o più mezzi di trasporto; così viene descritto il termine viaggio. Ma questa banale definizione indica solo l'elemento pratico del movimento da un punto all'altro su di una mappa. Il transito di un oggetto o persona da A a B, spoglio di qual si voglia altro significato. E proprio questo passeggero momento della vita di tutti i giorni, considerato dalla maggior parte delle persone solo come uno spreco di tempo e risorse (me compreso), nasconde un universo di emozioni che quasi nessuno ha la pazienza di ammirare. Yuichi Yokoyama è uno dei pochi che va oltre, focalizzandosi proprio su quel mondo che nessuno vuole vedere.

yokoyama travel windows 650x469

Tre individui si recano in una stazione, acquistano un biglietto, salgono su un treno e partono per non si sa dove. Tre individui all'apparenza bizzarri, quasi inquietanti, quasi privi di emozioni, che riflettono appieno la società moderna. Scorrono tra i vagoni, squadrano i passeggeri, proseguono senza remore verso un posto a sedere. In questo grigio tran-tran si intravede un rito ammaliatore, una sequenza di sguardi criptici tanto quanto seducenti, come di preparazione a qualcosa di importante, un evento atteso per cui ogni passeggero è pronto a scattare. Risulterà in seguito solo un'illusione fuorviante nei confronti dei lettori avidi di trame ed intrighi perché non ci sarà alcun susseguirsi di eventi.

sddfff

Un mix turbolento di immagini sfreccianti, colmo di paesaggi ora naturali, ora artificiali, mosso dalla riflessione quasi matematica di Yokoyama. Non solo una visione astratta del movimento indotto (su cui si basa l'effetto dinamico / statico che si prova proprio all'interno dei vagoni in moto), ma la volontà di esplorare quegli elementi che spesso passano inosservati, sezionandoli fino a ridurli a strutture geometriche bellissime, perfettamente in sintonia tra loro, limpide. Non c'è goccia di pioggia, riflesso o vento che non venga minuziosamente sviscerato e proposto nella sua struttura ossea. Luce e conseguente ombra, due facce della stessa medaglia, vengono proposte in molteplici vesti fino a proporre inquadrature e prospettive (straordinariamente fresche) dei volti, ma con un leggero aroma di antico.

manifiesto2

Volti che sembrano delle maschere inespressive, ispirate apertamente al Teatro Nō, in cui gli attori sfruttano le loro abilità per renderle vive. Un complesso intreccio di righe e fasci vanno a formare le vignette squadrate modificando proprio quei lineamenti inanimati. Un omaggio al passato per proporre una nuova interpretazione del presente, con l'uomo che funge da spettatore al mondo che lo circonda, abbandonato in quel frangente di tempo snobbato.  

omote

Tutto questo racchiuso in una espressione unicamente grafica, senza l'utilizzo di alcun testo. Arte visiva mescolata ad una interpretazione metafisica e futuristica di elementi comuni che ci circondano. Un volume che non subisce neanche un graffio dalla possibile barriera linguistica, croce di molte altre opere.

L'esatto opposto de Il Treno, di Hung Hung, in cui viene rappresentato il racconto breve La Giostra di Lee Chihoi (inserito a fondo volume). Un volume dispnibile in Italia dal 2008, sempre proposto da Canicola, in cui viene raccontato il viaggio come metafora della vita. 

91KsD YbcyL

Se ne Il Viaggio ci si sofferma su quello che ci avvolge tutt'attorno, ne Il Treno ci si focalizza su cosa accade al proprio interno, nel profondo. In quell'intimità personale in cui svolgiamo un continuo monologo interiore, volto ad affrontare i problemi di tutti i giorni. Ecco che il mezzo adoperato durante il viaggio diventa guscio e non più vetrina.

Il Viaggio di  Yuichi Yokoyama

Canicola Edizioni – 2011

Brossurato – 208 pag. in b/n – 17,00 euro


Il Treno di  Hung Hung, ispirato al racconto breve La Giostra di  Lee Chihoi

Canicola Edizioni – 2008

Brossurato – 96 pag. in b/n – 12,00 euro


Angelo D. Ascani

Categorie Articoli

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna